IT
Seleziona lingua

Diana Bracco: “Anche solidarietà e integrazione sono ingredienti essenziali del Modello Milano”

Milano, Italia , 09/11/2016

Milano, 4 novembre 2016 – Intervenendo all’evento Elle Active organizzato dalla rivista Elle, Diana Bracco, Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo Bracco, ha presentato “Oltre i Margini”, un emblematico progetto a sostegno dell’inclusione socio-economica e della tutela della salute dei più deboli a Baranzate, Comune primo in Italia per concentrazione di migranti residenti. “Oltre i Margini”, che vede lavorare fianco a fianco La Rotonda, la straordinaria associazione guidata da Don Paolo Steffano, il Cesvi e Fondazione Bracco, si articola in due linee di azione: il sostegno all’inserimento lavorativo e la promozione della salute.

In particolare la sartoria “Fiore all’occhiello” garantisce alle donne immigrate di Baranzate un’opportunità concreta di lavoro in un’ottica di valorizzazione interculturale e costituisce insieme al negozio che vende gli abiti fatti a mano un importantissimo punto di riferimento formativo. Poche settimane fa lo storico marchio d’alta moda, Raffaella Curiel, ha deciso di aiutare la sartoria di Baranzate donando tessuti e pizzi di alta gamma.

A Milano, dunque, il lavoro è donna anche per le fasce più deboli. “La cultura del valore del lavoro caratterizza questa città”, aggiunge Diana Bracco, “qui il lavoro ha sempre favorito l’integrazione di chi ha voglia di impegnarsi con serietà e dedizione. Certo anche grazie alle politiche a sostegno delle donne messe in campo dalle Istituzioni e dalle imprese milanesi. Ricordo, ad esempio, che Assolombarda ebbe un grande successo pubblicando nel febbraio del 2003 un’utilissima guida alla creazione di asili aziendali, per aumentare il numero di aziende women friendly”.

Diana Bracco presenta Oltre i margini