IT
Seleziona lingua

Diana Bracco: con Expo 2015 giovani più consapevoli

Milano, Italia , 10/02/2016

Il MIUR e Padiglione Italia- Expo 2015, con il sostegno della Fondazione Bracco, presieduta da Diana Bracco, hanno realizzato un e-book per far conoscere i lavori presentati durante i sei mesi dell’Esposizione universale da oltre 15 mila ragazzi.
Ogni giorno durante i sei mesi di Expo studenti provenienti da più di 700 scuole di tutta Italia hanno presentato nel Vivaio Scuole di Palazzo Italia i loro lavori su educazione alimentare, sostenibilità e food security. Il Vivaio Scuole era uno spazio di circa 30 mq che Padiglione Italia ha messo a disposizione delle scuole italiane e straniere, con l’intento di creare un vero e proprio  laboratorio di didattica multidisciplinare dove i ragazzi e i docenti hanno potuto esprimere la loro creatività e interpretazione dei temi alla base di Expo.
Per non disperdere questo importante patrimonio è nato un e-book utilizzato dalle scuole che hanno partecipato all’iniziativa e disponibile per tutti all’indirizzo www.quintadicopertina.com.

Expo 2015, visitato da oltre due milioni di studenti, è stato uno dei più importanti momenti di education della storia del nostro Paese - commenta Diana Bracco - Grazie anche all’impegno del Ministro Stefania Giannini e di Confindustria, che ha partecipato con il progetto Adotta una scuola, l’Esposizione Universale ha davvero contribuito a formare quella che mi piace chiamare Expo Generation: ragazzi più attenti alla sostenibilità, al tema dei rischi legati a comportamenti alimentari non corretti, e più consapevoli dell’importanza della lotta agli sprechi. A questo riguardo - conclude Diana Bracco - sono molto felice che il mio lavoro come Presidente di Expo e Commissario di Padiglione Italia si concluda con questa importante iniziativa rivolta ai giovani”.

Michelle Obama e Agnese Renzi