IT
Seleziona lingua

Diana Bracco: “Le imprese siano leader nell’impegno per lo sviluppo sostenibile”

Milano, Italia , 12/06/2018

Di fronte ai problemi dell’ambiente le imprese possono e devono svolgere un ruolo fondamentale” ha affermato Diana Bracco intervenendo al convegno organizzato da Fondazione Sodalitas nell’ambito del Festival dello Sviluppo Sostenibile promosso dall’ASviS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile). “Infatti l’impegno diretto del sistema imprenditoriale può imprimere un impulso decisivo all’individuazione di soluzioni concrete alle grandi questioni ambientali. Non a caso” ha proseguito Diana Bracco, “gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’agenda 2030 sollecitano un impegno da parte di tutti gli attori pubblici e privati”. La Presidente della Fondazione Bracco parlava nella tavola rotonda, moderata da Fabio Tamburini, Vicedirettore dell’Ansa, sul tema del ruolo guida che imprese e CEO possono assumere per realizzare un modello di crescita sostenibile. A discuterne sono intervenuti tra gli altri: Alberto Pirelli, Consigliere Pirelli & C. e Fabio Benasso, Amministratore Delegato Accenture Italia.

L’industria chimica con il progetto di Responsible Care, programma volontario di promozione dello Sviluppo Sostenibile nato venticinque anni fa, ha saputo ridurre le emissioni di gas serra del 55% e migliorare l’efficienza energetica del 57% rispetto al 1990. Ciò significa che le nostre imprese chimiche sono già in linea con gli obiettivi dell’Unione Europea per il 2020 e addirittura anche per il 2030. Cito questo esempio perché fa capire bene il ruolo che le imprese possono avere nella soluzione dei problemi epocali che abbiamo da affrontare. La stessa cosa sta ora succedendo con l’Economia Circolare, che è diventata per molte aziende a cominciare dalla nostra, una vera prassi consolidata”, ha concluso Diana Bracco.

Diana Bracco: impegno per lo sviluppo sostenibile