IT
Seleziona lingua

Diana Bracco tra i “capitani coraggiosi” messi in mostra dai giovani di Confindustria

Roma, Italia , 25/05/2016

E’ stata inaugurata col taglio del nastro del neo presidente di Confindustria Vincenzo Boccia e del presidente dei Giovani Imprenditori Marco Gay la mostra “Capitani Coraggiosi”, ospitata nella cornice dell’Auditorium della Tecnica di Confindustria completamente rinnovato per l’Assemblea Generale dell’Associazione.
L’iniziativa è dedicata a 18 grandi protagonisti del made in Italy nel mondo: uomini e donne che dall’inizio del XX secolo ad oggi hanno saputo lasciare il segno, affiancando l’impegno imprenditoriale a una forte attenzione per il sociale. Da Olivetti a Pirelli, passando per Treccani, Amarelli, Barilla, Bracco, Loccioni, Spagnoli, Zegna e molti altri nomi illustri, la mostra racconta attraverso pannelli e prodotti industriali significativi un pezzo di storia imprenditoriale dell’Italia.
Il progetto promosso dal Movimento nazionale dei Giovani Imprenditori di Confindustria è stato realizzato in collaborazione con Museimpresa e il FAI Giovani Roma.
"Questi Capitani coraggiosi sono i tanti esempi autorevoli di una cultura d’impresa - ha dichiarato Marco Gay - fatta di impegno verso le persone e i territori, di una storia imprenditoriale che siamo orgogliosi di poter raccontare e di cui vogliamo essere protagonisti anche nel futuro".
"E’ la dimostrazione del coraggio e della passione degli imprenditori italiani", ha commentato il Presidente di Confindustria Vincenzo Boccia.

Diana Bracco ha voluto essere presente nella mostra ricordando un importante progetto  di Fondazione Bracco: il restauro della Galleria Alessandro VII del Palazzo del Quirinale. In occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia, la Fondazione fu scelta dalla Presidenza della Repubblica come primo partner privato per sostenere un intervento che ha portato alla luce una delle più belle pagine del barocco romano e che ha permesso agli italiani di riappropriarsi di una parte significativa della loro “Casa”.

Diana Bracco - Capitani Coraggiosi Confindustria