Diana Bracco: “Tutti devono impegnarsi nella diminuzione delle emissioni di CO₂”

Milano, Italia , 15/01/2020

Il Gruppo Bracco ogni anno pubblica il Rapporto Ambientale per testimoniare la serietà e la costanza dell’impegno a favore dell’ambiente, della salute e della sicurezza.

Tra i nostri concreti obiettivi spicca quello di ridurre l'impatto delle nostre produzioni”, afferma Diana Bracco Presidente e CEO del Gruppo, illustrando il documento giunto alla ventitreesima edizione.

Particolare importanza per noi, sia su scala regionale che globale, rivestono le emissioni di CO2 e di altri gas climalteranti. A Ceriano Laghetto, il nostro più importante stabilimento produttivo, si è registrata una diminuzione di CO2 per tonnellata prodotta superiore al 20% e nell’altro stabilimento italiano di Torviscosa del 16%. Questi risultati sono stati ottenuti ottimizzando l’efficienza dei processi attraverso il sistema Value Stream Mapping (VSM) che consente di individuare gli sprechi e aumentare l’efficienza della produzione, permettendo di ridurre i “tempi morti” delle sintesi, garantendo una maggiore efficienza e di conseguenza una riduzione dei consumi energetici. Dell’impegno di Bracco per uno sviluppo sostenibile fa parte anche la scelta strategica di costruire i nostri nuovi stabilimenti non su “aree vergini” (greenfield) ma in aree ad alta impronta chimica da recuperare”, aggiunge Diana Bracco.

Ne siamo orgogliosi, perché abbiamo ottenuto così un doppio risultato virtuoso: non abbiamo consumato nuovi suoli e abbiamo valorizzato storiche aree della manifattura italiana, che sono un patrimonio del Paese da non abbandonare”.

Bracco Imaging CRB, Colleretto Giacosa