Chiude l’Expo 2020 Dubai che ha visto il Gruppo Bracco tra i protagonisti

Dubai , 07/04/2022

L’Esposizione Universale di Dubai ha chiuso i battenti con oltre 24 milioni di visitatori in presenza. “Un risultato straordinario in tempo di pandemia che si è accompagnato al successo di pubblico anche di Padiglione Italia che è stato visitato da ben un milione e 611.000 persone, a cui vanno aggiunti 13 milioni di visitatori da remoto”, afferma Paolo Glisenti, Commissario Generale per il Padiglione Italia, che ieri ha personalmente ringraziato Diana Bracco per l’impegno, le idee, i contenuti e le tante iniziative realizzate dalla nostra azienda nel semestre espositivo. “Qui a Dubai il mondo cambia rapidamente”, aggiunge Glisenti, “e questa Expo ha davvero scritto il futuro. Bracco ha contribuito su temi fondamentali come ricerca, life science, intelligenza artificiale, imaging diagnostico, women empowerment”.

L’Expo di Dubai non è stata in effetti solo una vetrina, ma un evento che in un momento complesso come l’attuale ha saputo ribadire il messaggio di consapevolezza e di autentica globalizzazione che da sempre caratterizza questi momenti. L’Esposizione di Dubai è stata un’agorà planetaria per comprendere gli altri e ascoltare i giovani, pensando a un nuovo futuro in termini culturali, diplomatici, sociali, economici.

Il Gruppo Bracco, in qualità di Official Gold Sponsor di Padiglione Italia, ha portato a Dubai con un ricco palinsesto di eventi il modello italiano di ricerca e innovazione nel comparto delle scienze della vita.

Con l’istallazione “The Beauty of Imaging”, che è stata molto ammirata e fotografata, Bracco ha mostrato ai visitatori di tutto il mondo contenuti scientifici all’insegna del connubio arte e scienza, riuscendo a raccontare la straordinaria bellezza del corpo umano, osservandolo dal suo interno. Numerosi i rappresentanti delle istituzioni italiane che hanno visitato “The Beauty of Imaging”, apprezzando grandemente questa versione divulgativa del core business aziendale: da Luigi Di Maio a Mara Carfagna, da Giancarlo Giorgetti a Patrizio Bianchi, da Maria Cristina Messa a Maria Chiara Carrozza.

Il 24 novembre 2021, infine, in occasione del National Day dall’Italia, Fondazione Bracco ha sostenuto il grande concerto dell’Accademia della Scala alla presenza delle massime autorità dell’Italia e di altri Paesi.

Maria Chiara Carrozza, presidente del CNR, e Maria Cristina Messa, ministro per l'Università e la Ricerca, visitano il Padiglione italiano a Dubai 2020 e l'installazione Bracco del gigante multimediale.