IT
Seleziona lingua

“L’accordo ventennale con Shanghai Pharmaceuticals è un passo fondamentale per il futuro della nostra azienda”, afferma Diana Bracco

Milano, Italia , 27/01/2017

Il Gruppo Bracco e Shanghai Pharmaceutical Holding, secondo gruppo farmaceutico cinese, hanno firmato il 15 dicembre scorso un importante accordo che rinnova fino al 2037 la loro joint venture.

Il nuovo accordo ventennale prevede un ulteriore focus di Bracco Sine, società al 70% italiana, sugli sviluppi dei bisogni sanitari locali, continuando da una parte il percorso di consolidamento nelle modalità diagnostiche raggi x/tomografia computerizzata e risonanza magnetica; dall’altra, il lavoro sul segmento dei mezzi di contrasto per ultrasuoni, una modalità di imaging particolarmente innovativa e potenzialmente a larga diffusione. Inoltre consolida ulteriormente la presenza di Bracco in una delle aree geografiche più strategiche per lo sviluppo del Gruppo.

Già quest’anno la Cina è diventata per noi il secondo mercato di riferimento per fatturato dopo gli Stati Uniti”, afferma Diana Bracco, Presidente e Amministratore delegato del Gruppo. “Nel 2016 siamo cresciuti dell’8% rispetto all’anno precedente per un fatturato pari a 90 milioni di euro che speriamo arrivi a 100 nel 2017. In Cina c’è molto interesse verso la nostra struttura della sanità. Soprattutto in termini di politiche di prevenzione. Da anni supportiamo decine di medici radiologi cinesi, ospitandoli e organizzando sei mesi di formazione in Italia. In questi anni il training si è esteso all’economia sanitaria. Per avere successo in Cina è fondamentale il rispetto per gli interlocutori, puntare su tanta formazione e avere una mentalità e un approccio giusto al business ed è vietata ogni improvvisazione”.