IT
Seleziona lingua

“Muti ci ha emozionato e ha saputo raggiungere il cuore delle persone”, afferma Diana Bracco, “il suo concerto è stato davvero uno splendido inizio delle celebrazioni per il nostro 90° anniversario”

Milano, Italia , 30/01/2017

L’attesissimo ritorno dopo dodici anni del Maestro Muti al Teatro alla Scala ha goduto del sostegno del Gruppo Bracco, che ha iniziato così a festeggiare i suoi 90 anni di successi nella diagnostica per immagini. I tanti ospiti di Diana Bracco e Fulvio Renoldi Bracco hanno dimostrato di gradire con lunghissimi applausi che sono diventati poi una vera standing ovation alla fine del concerto. Numerosissime le autorità e gli esponenti dell’economia che a fine concerto hanno voluto brindare all’anniversario del Gruppo Bracco insieme al Maestro Muti, al Ministro dei Beni e delle Attività culturali Dario Franceschini e al Sindaco di Milano Giuseppe Sala

Serberemo tutti un ricordo indelebile di questa serata”, afferma Diana Bracco, Presidente del Gruppo. “Muti ci ha emozionato e ha saputo raggiungere il cuore delle persone. Per noi questo è stato davvero il modo migliore per avviare le celebrazione del nostro novantesimo anniversario. Il legame del Gruppo Bracco con la grande musica è storico”, aggiunge Diana Bracco, appassionata melomane. “Ricordo ancora con profonda emozione le serate all’Opera con i miei genitori e le mie sorelle. Sin da giovane ho capito che la musica, in virtù del suo valore culturale e sociale, ha una valenza etica ed educativa incredibile, e che più impari ad ascoltarla più la ami. Per questo negli anni abbiamo realizzato tante iniziative a favore della musica e dei grandi talenti italiani: dal sostegno a serate d’opera e concerti al Teatro alla Scala alle pubblicazioni dedicate agli interpreti, dalle borse di studio per giovani musicisti alle grandi tournée della Filarmonica della Scala in Canada e Stati Uniti, in Asia, fino al concerto all’Expo 2010 di Shanghai e quello al Rudolphinum di Praga del settembre 2011”.

Sempre molto attenta alle giovani generazioni, dal 2011 Bracco ha stretto attraverso la propria Fondazione un legame speciale con l’Accademia della Scala, che rappresenta un unicum nel panorama dell’alta formazione in Europa.

Diana Bracco e il Maestro Muti