IT
Seleziona lingua

“Nei prossimi anni la medicina diventerà sempre più proattiva” ha affermato Diana Bracco in una lunga intervista al Wall Street International

Milano, Italia , 25/10/2016

“La costante attenzione alla ricerca e all’innovazione rappresenta una delle chiavi primarie per il successo e per la competitività di ogni singola azienda e dell’intero sistema Paese. La ricerca è strategica perché produce crescita e benessere: una considerazione sulla quale opinione pubblica, mondo politico e mass media si soffermano poco”, ha affermato Diana Bracco in una lunga intervista al Wall Street International che ha affrontato anche il tema del ruolo delle donne.

I principali prodotti del Gruppo Bracco sono i mezzi di contrasto, medicinali utilizzati per migliorare l’accuratezza diagnostica dell’imaging biomedico. Dunque, la prevenzione è il vero core business dell’impresa di cui è Presidente e Amministratore Delegato Diana Bracco. Nei quasi 90 anni di storia del Gruppo, la bussola è rimasta sempre orientata ai bisogni clinici dei medici e dei loro pazienti. La sfida è stata rendere fruibile l’innovazione e dimostrare di poter offrire un reale vantaggio nella prevenzione, nella diagnosi e nel monitoraggio della cura. “Nei prossimi 10 anni la medicina cambierà completamente il suo paradigma ed evolverà sempre più dall’attuale medicina reattiva in una medicina proattiva, che interviene, prima che la malattia si sviluppi, sui fattori che la favoriscono o che la causano. Per queste ragioni la ricerca è essenziale e occorrerà investire sempre di più in innovazione”, ha spiegato Diana Bracco.

L'intervista di Diana Bracco al Wall Street International