Per un oceano senza plastica

Roma, Italia , 08/06/2018

In occasione della Giornata Mondiale degli Oceani, Roma lancia un appello al Mondo: “HELP the Ocean”, attraverso l’installazione artistica di Maria Cristina Finucci che rappresenta un grido d’allarme contro l’inquinamento dei mari e che richiama in modo forte ed emozionale l’attenzione di tutti sull’ineludibile questione ambientale.

L’installazione luminosa, sostenuta da Fondazione Bracco, è posta sui resti della Basilica Giulia nel Foro Romano e, dal 9 giugno al 29 luglio sarà visitata milioni di turisti e cittadini romani. L’opera fa parte del ciclo, iniziato dall’artista nel 2013, con la provocatoria fondazione di un nuovo Stato Federale, il Garbage Patch State, il secondo più vasto Stato al mondo con i suoi 16 milioni di kmq, che comprende le cinque principali “isole” di plastica presenti negli oceani.

Siamo orgogliosi di sostenere questo progetto di altissimo valore culturale e scientifico”, afferma Diana Bracco, Presidente di Fondazione Bracco. “Un’installazione straordinaria che sensibilizza il grande pubblico su un tema della tutela dell’ambiente molto caro a Fondazione Bracco. Per il nostro Gruppo la sostenibilità costituisce un valore essenziale che nelle decisioni strategiche o nelle attività di ricerca ha la stessa importanza delle variabili economiche. Siamo convinti infatti che oggi l’unico modo di fare impresa sia quello responsabile e sostenibile”.

Per un oceano senza plastica
Bracco WorldWide

Bracco WorldWide

Il Gruppo Bracco, attraverso la controllata Bracco Imaging, opera in tutto il mondo direttamente o indirettamente.

Bracco WorldWide

Leggi

La storia del Gruppo Bracco

La storia

Il Gruppo Bracco nasce quando nel 1927 Elio Bracco fonda la società italiana prodotti E. Merck.

La storia del Gruppo Bracco

Leggi

La struttura del Gruppo Bracco

Struttura

Il Gruppo Bracco opera in tre aree di business.

La struttura del Gruppo Bracco

Leggi