FINANZIAMENTO DI 100 MILIONI DI EURO DA BEI PER GLI INVESTIMENTI IN RICERCA & INNOVAZIONE DI BRACCO IMAGING

Roma , 24/07/2014

La Banca europea per gli investimenti (BEI) finanzia con 100 milioni gli investimenti in ricerca e sviluppo (R&S) del Gruppo Bracco. L'operazione è stata firmata oggi a Roma da Dario Scannapieco e Diana Bracco, rispettivamente Vicepresidente della BEI e Presidente e Amministratore delegato del Gruppo Bracco.

La linea di credito della BEI, che ha durata di sette anni  e un tasso agevolato, è finalizzata a sostenere la ricerca del gruppo farmaceutico nel settore della diagnostica per immagini, basata sull'utilizzo dei mezzi di contrasto. I mezzi di contrasto permettono la diagnosi di un numero elevato di patologie, soprattutto oncologiche e cardiovascolari, rendendole visibili ai raggi X, alle tomografie computerizzate, alla risonanza magnetica e ad altre forme di diagnostica, come gli ultrasuoni. Il progetto riguarda l'intero processo: dallo studio iniziale alle sperimentazioni cliniche. Nel dettaglio: gli stessi mezzi di contrasto; gli iniettori dei mezzi di contrasto; il software per soluzioni di diagnostica; le nuove applicazioni nel campo della terapia; la ricerca esplorativa di nuovi strumenti e nuovi processi produttivi.

Il finanziamento BEI è finalizzato in particolare al supporto di progetti realizzati nei Centri Ricerca di Ginevra e Colleretto Giacosa Ivrea.

“Il sostegno alla ricerca è uno dei filoni centrali dell'attività della BEI, in tutti i settori produttivi. Siamo particolarmente orgogliosi di questa operazione, perché permette alla banca dell'Unione europea di sostenere il lavoro di scienziati le cui applicazioni concrete vanno a migliorare gli strumenti a disposizione dei medici per la diagnosi e quindi la cura di malattie spesso di grave entità”, ha commentato Scannapieco Vicepresidente della BEI.

“Questo finanziamento è per noi molto importante”, afferma Diana Bracco Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo Bracco. “E’ infatti, anche, un riconoscimento all’impegno che la nostra azienda dedica da sempre all’attività di ricerca, per la quale investe annualmente il 10% del fatturato di riferimento nell’imaging diagnostico e nei dispositivi medicali avanzati. Grazie al supporto della BEI svilupperemo progetti strategici per la crescita del Gruppo”.