Diana Bracco: “Con Blue Earth rafforziamo la nostra leadership globale nell’imaging diagnostico"

Milano, Italia , 02/07/2019

L'acquisizione da parte di Bracco Imaging della britannica Blue Earth Diagnostics rappresenta "un accordo importante che ci rende orgogliosi, un accordo strategico che arricchisce in modo significativo il nostro portafoglio nella medicina di precisione e nella diagnostica personalizzata, ampliando al tempo stesso la nostra offerta di soluzioni nell’imaging nucleare oncologico in urologia e in altre specialità”. Così la CEO del Gruppo Bracco commenta l'acquisto della società inglese parlando a margine della posa della prima pietra del nuovo building che allargherà lo stabilimento di Bracco a Plans-Les-Ouates a Ginevradando spazio alla medicina personalizzata.

Lo sviluppo di nuove tecniche diagnostiche, tramite la medicina personalizzata, ha permesso di individualizzare la genetica del paziente per curarlo al meglio. Gli ambiti di applicazione delle terapie personalizzate vanno da quello oncologico fino a quello cardiocircolatorio. Infatti, grazie all’utilizzo dei big data in ambito sanitario è stato possibile individuare fattori di rischio genetico, evidenziando l’aggressività di eventuali tumori o il potenziale grado di tossicità derivante dall’utilizzo di farmaci.

"Il nostro obiettivo con questa acquisizione è di fornire il miglior supporto ai medici e ai loro pazienti in tutto il mondo a favore della medicina personalizzata” aggiunge Diana Bracco. “Blue Earth Diagnostics, che ha 100 dipendenti e fattura 140 milioni di dollari, possiede infatti un innovativo agente imaging molecolare già approvato negli USA e in EU per l’utilizzo con la PET nei casi di sospetto cancro alla prostata recidivo. Questa acquisizione, che segue quella di SurgVision del 2017, è per Bracco una nuova milestone che cade a 25 anni esatti da quella che fu la nostra acquisizione più importante: Squibb Diagnostics. Un’operazione che nel 1994 coronò il nostro sogno americano”.

Diana Bracco: “Con Blue Earth rafforziamo la nostra leadership globale nell’imaging diagnostico”